Wish, il nuovo gigante del commercio online!

Il mondo del commercio online sta diventando sempre più selvaggio e districarsi tra i tanti siti che offrono dropshipping o vendita diretta è sempre più difficile (link). Abbiamo parlato più volte di questo argomento e ribadiamo che Amazon è l’e-commerce per eccellenza n1 al mondo, anche se non il più grande in termini di fatturato (link).

L’azienda di Jeff Bezos viene sicuramente vista come la più affidabile e rappresentativa della categoria, ma non è più la sola. Infatti sempre più utenti, attirati dalla miriade di prodotti e dai prezzi davvero contenuti, si stanno spostando su Wish.

Ma di cosa si tratta esattamente? E qual è il modello di business di questa piattaforma? Wish è un e-commerce con quartier generale a San Francisco (USA) ma con la maggior parte dei prodotti spediti direttamente da aziende  produttrici “made in china” (link).

Come i tanti store online nati dopo gli anni 2000 il suo proposito è di competere con Amazon, Ebay e  AliExpress (link). Wish è principalmente un e-commerce di dropshipping che raccoglie articoli messi in vendita da vari produttori sul suo marketplace è i suoi utili provengo dalle commissioni di vendita.

Una piattaforma che si avvale della sua app proprietaria (disponibile sia per Android che iOS) e che permette di creare varie liste dei desideri a tema (Estate, Tecnologia, Tempo libero) per acquistare oggetti a prezzi bassissimi o concentrarsi solo sulle “offerte del momento“.

La particolarità di Wish.com è che, pur trattandosi di un’azienda americana, vende oggetti per lo più provenienti dalla Cina. Questo comporta, ovviamente, tempi di consegna abbastanza lunghi per ricevere quanto acquistato e l’alta probabilità di vedersi recapitare prodotti non originali o comunque palesemente ispirati ad altri più rinomati.

In questi casi vale la solita regola: nessuno ti regala nulla. Comprare su Wish pensando di aver fatto l’affare della vita sarebbe da ingenui. Conosciuto soprattutto come il luogo ideale per poter acquistare smartphone o altri oggetti tecnologici a poco prezzo, Wish in realtà da esattamente quello per cui si paga.

Certamente la possibilità di pagare con PayPal è allettante, nonostante ormai PayPal non sia più sinonimo di totale sicurezza (link), ma è bene chiarire che il prezzo rispecchia perfettamente la qualità dell’oggetto acquistato.

A parte questo, se si sa cosa cercare, Wish resta una buona alternativa alle tantissime piattaforme asiatiche, con numerosi gadget con prezzi così bassi da stimolare l’acquisto impulsivo per la gioia di tanti acquirenti amanti del kitsch.