Nespresso – La strategia per rendere il caffè un’esperienza di vero gusto!

Tutti conosciamo la Nespresso o abbiamo visto una delle sue pubblicità in tv, cinema o sul web con il faccione di George Clooney bisbigliare <What Else?>. Ma in un paese in cui il caffè è un “dogma religioso” imporsi sul mercato ha necessitato di una strategia vincente sotto tutti i punti di vista.

Nespresso è un brand del gruppo svizzero Nestlé che all’inizio degli anni ’70 decise di brevettare il caffè erogato in capsula. I primi anni di sperimentazione furono totalmente fallimentari, sia per una campagna di marketing non all’altezza sia per la scelta del mercato di test, il Giappone, probabilmente non all’altezza di questa innovazione in termini di gusto.

L’esperimento “caffè in capsula” stava per giungere alla conclusione quando Nestlé decise di giocarsi il tutto per tutto e lanciare nel 1986 sul mercato italiano e svizzero il brand Nespresso.

L’idea di vendere un caffè in capsule economicamente più dispendioso del normale caffè in chicchi sembrò l’ennesimo progetto destinato a fallire in brevissimo tempo ma con la giusta strategia Nespresso riuscì a ritagliarsi quote di mercato e ad emergere come prodotto di qualità, design e alla moda.

Il primo passo fu quello di trovare il giusto pubblico perciò, come racconta Marco Montemagno (link) sul suo canale YouTube, la tattica di offrire il caffè alle compagnie industriali, uffici o ristoranti fu sostituita da un’esperienza più diretta volta ad invitare il cliente finale all’interno delle Boutique Nespresso (alias bar) in maniera tale da dare il giusto valore al prodotto messo in vendita.

L’idea si dimostrò subito vincente infatti al pubblico piacque la possibilità di avere sempre a portata di mano cialde e macchinetta da caffè per poter vivere la stessa “esperienza di gusto” anche a casa.

Nespresso, dal canto suo, fu molto intelligente infatti strinse accordi commerciali con le maggiori aziende di macchinette da caffè quali Krups, Alessi, Siemens e De’Longhi in maniera tale da abbassare i costi di produzioni dei macchinari e ponendo il suo business non tanto sulla vendita delle stesse macchinette, su cui il margine era così basso da arrivare a malapena a coprire i costi stessi di produzione, ma di concentrare l’attenzione sulle capsule.

Infatti l’ambiente elegante, il package accattivante, la semplicità di utilizzo e la qualità del prodotto permise a Nespresso di imporsi sul mercato rendendo il brand, con un esempio facile da comprende anche ai più giovani la Apple del caffè (link).

Infatti il cliente finale tende ad essere così soddisfatto del prodotto acquistato che in maniera quasi involontaria attiva un “abbonamento” con lo stesso brand poichè tende sempre a rinnovare i suoi acquisti per avere la qualità delle capsule Nespresso ad un costo sempre vantaggioso data la natura del prodotto presentato come la miglior pausa da ritagliarsi durante la giornata.

Siete amanti del caffè Nespresso? Allora Wipi (link) ha un’offerta per voi imperdibile, infatti a tutti i nostri utenti è riservata una promozione speciale, vi basta un click!

PROMO NESPRESSO

➡ (link) ⬅