Moschino Fresh, quando design & package sono idee di successo

Quando Steve Jobs (link) assieme a Steve Wozniak iniziarono ad assemblare e a vendere il primo esemplare di Apple1 sapevano benissimo che il prodotto che stavano proponendo sul mercato non era né il più economico né il più tecnologico. Ma allora, come hanno fatto a creare un oggetto di culto che a distanza di più di 40 anni è ancora ricercatissimo tra i collezionisti?

Semplice: i due Steve erano convinti che un prodotto, oltre che funzionante e funzionale, dovesse essere bello da vedere tanto fuori che dentro, nonostante che per ammirare l’armonia di costruzione dei componenti interni fosse necessario smontare il tutto pezzo per pezzo.

Considerando il tutto con il “senno di poi” possiamo affermare che è stata un’idea più che vincente, ma immaginatevi negli anni ’70 dover parlare con un venditore e sentirsi dire che il prodotto tecnologico che stavano acquistando non solo era bello esternamente ma anche nella sua anima, cioè all’interno… sicuramente avreste chiamato i medici per aiutare il venditore a riprendersi da questo stato confusionale.

Eppure il design, cioè la forma e le linee di costruzione, ed il package cioè la confezione di vendita, sono fondamentali al giorno d’oggi per differenziarsi dalla concorrenza e attirare così l’attenzione del pubblico che, colpito dallo stile, è più interessato all’acquisto.

Con tutta sicurezza possiamo affermare che se è un prodotto, oltre a centrare il pubblico di riferimento, è anche bello da vedere allora le sue vendite sono un successo assicurato.

Negli ultimi anni abbiamo visto tanti esempi di design uniti alla funzionalità, ma tra i tanti prodotti che hanno attirato la nostra attenzione non possiamo non menzionare e soffermarci (in uno studio critico) su Moschino Fresh, il profumo che ha conquistato il mercato sia per la sua freschezza sia per il suo package, una vera innovazione e tendenza di stile.

➡ Link acquisto diretto su Amazon ⬅

Il profumo infatti riprende le linee di un altrettanto famoso detergente spray per i vetri e, forte anche della presenza della modella canadese Linda Evangelista come testimonial e della direzione artistica del fotografo Steven Meisel, è stato più che semplice proporre sul mercato un prodotto interessante e di vero stile.

Infatti, partendo dal presupposto che la Maison italiana ha introdotto sul mercato un prodotto dall’elevata qualità, il suo successo è dovuto principalmente all’eccentricità della confezione di vendita che colpisce subito l’attenzione.

Se poi aggiungiamo a questo l’intenzione di trasformare il profumo in un prodotto di stile tra le ragazzine, il successo non solo è assicurato ma diventa oggetto di studio anche da parte della concorrenza, soprattutto grazie a una campagna pubblicitaria online portata avanti da Influencer il più delle volte insospettabili (link).