Fortnite vs Apex Legends – Come guadagnare milioni con il Battle Royale

Se dovessimo scegliere il videogioco che più di tutti ha avuto successo in questi ultimi due anni, Fortnite sarebbe il campione in assoluto con più di 200 milioni di giocatori registrati, una vera e propria icona del gaming online “free to play” (link).

Sviluppato da Epic Games e People Can Fly, Fortnite ha debuttato nel 2017 con due modalità di gioco distinte che condividono però lo stesso motore grafico: Salva il mondo (gioco in single player) e Battaglia reale (ovvero Battle Royale).

Il gioco ha avuto così tanto successo che nei primi 12 mesi quasi 125 milioni di giocatori eseguivano l’accesso almeno una volta a settimana. Ma come ha fatto un gioco in “stile cartoon” ad avere così tanto successo? La risposta è semplice quanto ben studiata.

Fortnite è un “free to play” cioè un gioco distribuito in maniera gratuita che però monetizza i propri risultati con delle micro transazioni in gioco (es. skin oppure abilità extra) ed è stato studiato per essere presente su più piattaforme contemporaneamente quindi giocabile su tutte le console esistenti, su PC/Mac e, ultimamente, anche su smartphone Android o iOs.

Delle due modalità però, quella più di successo è sicuramente la “Battle Royale“, che permette a più di cento giocatori di confrontarsi on-line in una sorta di “lotta per la sopravvivenza”. Avere quindi un personaggio abbastanza forte e competitivo è una regola d’oro per ogni videgiocatore e potenziare il proprio avatar è una lotta senza esclusione di colpi.

Infatti in Fortnite è possibile migliorare il proprio personaggio acquistando Pass di battaglia tramite la critpovaluta del gioco, il V-Bucks. Questa valuta virtuale (link) si può ottenere come ricompensa per le sessioni di gioco oppure, più semplicemente, acquistandola con soldi reali.

Per tutti questi motivi Fortnite sembrava, anche in questo 2019, il re incontrastato dei “Battle Royale“, nonostante diversi competitors che hanno provato a “copiare” le sue meccaniche di gioco ma… senza successo almeno fino all’avvento di Apex Legends.

Apex Legends infatti è la sorpresa videoludica del 2019, un videogioco free-to-play in stile “Battle Royale” sviluppato da Respawn Entertainment e pubblicato da Electronic Arts (un gigante del mondo gaming) che, nella sola prima settimana di uscita, ha registrato più di 50 milioni di download.

I due giochi, pur facendo parte della stessa categoria, presentano differenze sostanziali. Fortnite, ad esempio, ha una visualizzazione in terza persona e permette l’uso di armi che possono essere via via potenziate. Apex invece presenta una visualizzazione in prima persona ed è uno sparatutto puro con armi che possono essere modificate per adattarle al proprio stile di gioco.

Altra differenza importante è che a Fortnite si può giocare in singolo o in gruppo mentre ad Apex solo in gruppi da tre, costringendo quindi i giocatori a collaborare e facendoli interagire tra loro anche se appartengono a livelli di gioco diversi.

Infine, mentre i personaggi in Fortnite presentano uguali caratteristiche, in Apex posseggono delle differenze in base ai punti di forza e a quelli di debolezza che obbligano ad un gioco più tattico rispetto al buttarsi in mezzo alla mischia come un forsennato.

Nonostante le tante diversità, che hanno traghettato giocatori da una piattaforma all’altra, c’è però un elemento che accomuna entrambi i videogiochi: la possibilità di crescere di livello attraverso Pass Battaglia e quindi crediti di gioco che nel 90% delle volte sono acquistati dagli utenti.

Il vero business infatti è proprio questo, offrire un gioco completo in maniera totalmente gratuita e basare il proprio profitto sulle “micro transazioni” in game.

Quindi, al di là di come finisca la lotta tra i due Battle Royale del momento, entrambe le software house macineranno, a fine anno, milioni di utili spingendo sempre di più gli utenti a svuotare il proprio portafoglio per potenziare il loro personaggio.

Ma c’è una possibile soluzione in tutto questo, cioè utilizzare l’app Wipi pochi minuti al giorno così da accumulare crediti e poterli convertire (una volta raggiunta la soglia di payout) in “Saldo Paypal” (link) così da utilizzare il proprio gruzzoletto per qualsiasi cosa vogliate, compreso videogiocare al vostro “Battle Royale” preferito.