Airbnb, l’appartamento per le vacanze che si prenota con un semplice click

⌚ Tempo di lettura: 3 minuti

Se state programmando un viaggio o semplicemente una weekend di vacanza (link) con molta probabilità avete prenotato il vostro appartamento, stanza o alloggio online e avete scelto Booking.com attraverso gli sconti riservati ai nostri utenti (link).

Nell’era digitale però le opportunità migliorano e si moltiplicano giorno dopo giorno e si trovano centinaia di alternative online.

Oltre al portale n1 al mondo (Booking) o a quello che offre pacchetti “all inclusive” (es. volo + hotel + macchina a noleggio) come Expedia, ha preso sempre più piede un’app capace di trovare qualsiasi alloggio vogliamo in ogni parte del globo.

Stiamo parlando di Airbnb, una piattaforma che permette di prenotare una stanza condivisa, un appartamento o perfino un castello per tutto il tempo che necessitiamo, comportandosi come un intermediario tra il privato che offre l’alloggio e l’utente finale.

In cambio di questa semplice, ma variegata, intermediazione e promozione Airbnb trattiene una commissione che rende la società di San Francisco una delle realtà tech più in espansione al mondo.

Il procedimento di prenotazione con Airbnb è molto semplice, un utente si registra sulla piattaforma e cerca, in base a dei parametri, la struttura più consona alle sue necessità.

Sia albergatore che il cliente hanno un feedback pertanto è possibile basarsi sull’esperienza di altri viaggiatori per scegliere una determinata struttura o un particolare “inquilino“.

La struttura di Airbnb pertanto è da assimilarsi ad un “tour operator” che mette quindi in comunicazione l’affittacamere con il cliente finale.

Un modello di business inizialmente molto economico che ha permesso negli anni ad Airbnb di espandersi sempre di più e inglobare al suo interno portali e strutture simili così da offrire servizi sempre più in linea con le esigenze degli utenti.

Infatti su Airbnb è possibile anche eseguire una ricerca in base a criteri specifici già controllati dall’azienda stessa, una sorta di sigillo di qualità, che mette al riparo i turisti da spiacevoli sorprese attraverso il progetto “Airbnb Plus“.

Ma ciò non è l’unico asso nella manico della società americana, infatti attraverso l’acquisto di diversi portali del settore turismo è stato lanciato il progetto “Beyond by Airbnb“, una sorta di vacanza di lusso con tour e organizzazione inclusa programmata nei minimi dettagli dall’azienda stessa.

Tali servizi però hanno portato Airbnb al centro di molte inchieste fiscali nei diversi paesi che opera, poichè, presentandosi come un semplice portale di “affittacamere“, la tassazione a cui è soggetta è ben diversa da quella realmente applicata.

Infatti Airbnb propone sul mercato soluzioni che vanno oltre il “breve soggiorno” ragion per cui molti governi hanno accusato la società di evasione fiscale eludendo la tassazione prevista per altri operatori simili.

Insomma qualsiasi sia la vostra meta o la ragione che vi spinge a viaggiare siamo sicuri che su Airbnb troverete la soluzione migliore per non pesare troppo sul portafoglio.

Molti alloggi infatti offrono un’esperienza e una qualitàottima ad un prezzo davvero low cost e, al tempo stesso, tramite Airbnb potete scegliere soluzioni impensabili come auto, yacht, castelli, case sull’albero o nel deserto, insomma… a voi la scelta!